Casa > Notizie > Notizie della società > LEGNO DI CHITARRA: ROSEWOOD

Notizie

LEGNO DI CHITARRA: ROSEWOOD


Ci sono due tipi base di palissandro usati per la costruzione di tastiere e chitarre elettriche:
Palissandro indiano (Dalbergia latifoglia),
Palissandro brasiliano (Dalbergia Nigra).

L'albero raggiunge un'altezza di 25 metri con uno da 0,3 a 0,5 metri.
diametro. Il peso medio è 850Kg / mt3, quindi piuttosto pesante, e il colore può variare dal marrone scuro al viola a seconda del taglio.

Palissandro indiano

Il palissandro indiano è stato introdotto per la prima volta da Leo Fender al posto dell'acero e da allora è diventato lo standard ed è oggi il legno più utilizzato per la costruzione di tastiere.

Il palissandro indiano tende a scurire leggermente il tono, aggiungendo calore al collo e in generale al tono dell'intero strumento. È un legno piuttosto poroso ed è quindi più soggetto dell'acero o dell'ebano per reagire ai cambiamenti climatici e per trattenere l'umidità e lo sporco. Se utilizzato per tastiera, raccomandiamo quindi di ridurre lo spessore a favore dell'acero.

Le tastiere in legno di palissandro devono essere periodicamente pulite e oliate per evitare crepe che si possono verificare se il legno non è ben stagionato e asciuga troppo velocemente.

La sensazione del palissandro sotto le punte delle dita è leggermente più ruvida di quella offerta dall'acero (che è il 99% delle volte finito) o ebano.

Palissandro brasiliano

Il palissandro brasiliano, noto anche come "Bahia" e "Jacaranda", cresce in Brasile e in Honduras e sta diventando un legno piuttosto raro, protetto e costoso.
L'albero raggiunge un'altezza di 15-30 metri con un diametro di 1 metro. Il palissandro brasiliano è più denso e più pesante delle specie indiane, con un peso variabile da 930 a 1100 kg / mt3. Il colore è marrone chiaro con strisce gialle e arancioni molto appariscenti.

A causa della sua densità, il tono del palissandro brasiliano è più simile all'ebano, piuttosto che al palissandro indiano, con un buon contenuto armonico equilibrato su tutte le frequenze e inoltre non è poroso, il che significa più rigidità, stabilità e sustain. La sensazione del palissandro brasiliano di suonare è liscia e simile a quella di ebano.

UNA NOTA STORICA:

Mentre l'acero era inizialmente il legno che Fender scelse per le sue tastiere, fu improvvisamente sostituito da palissandro indiano nel 1959 sulle chitarre Fender, appare per ragioni di marketing e competizione ("The Fender Stratocaster - A.R.Duchossoir.").

Dopo un po 'di tempo, Leo Fender si rese conto che l'introduzione del palissandro, un legno oleoso, aveva un impatto negativo sul tono e sulla stabilità del collo (i due legni tendono a reagire in modi diversi ai cambiamenti ambientali e climatici), quindi ridusse gradualmente lo spessore del palissandro a quasi un rivestimento (da 2 a 3 mm) fino a quando nel 1967 le tastiere in acero furono reintrodotte, prima come opzione, e infine per sempre nel 1970.

Oggi, Fender offre entrambe le opzioni, ma solo pochi di noi conoscono l'intera storia, il che ci dice molto sull'attenzione da riservare alla scelta del legno della tastiera per un manico in acero per preservare la stabilità del tono e del collo.